Krugman: La Razionalità e l’euro

Di seguito trovate la traduzione del post di Paul Krugman che spiega in maniera efficace quanta follia, ignoranza e spregiudicatezza economica sia stata messa nella creazione dell’euro, e quanto sia stata saggia la decisione del Regno Unito di non adottare la moneta unica. Enjoy:

Simon Wren-Lewis, per una volta, ha una bella storia da raccontare. Riguarda la fatidica decisione della Gran Bretagna, dieci anni fa, di non adottare l’euro, presa sulla base di una vera analisi. Gordon Brown (che merita molto di più di quello che gli viene riconosciuto) convocò dei veri esperti di economia, che usarono un vero modello economico – la teoria delle aree valutarie ottimali (Optimum Currency Area theory) – concludendo che un’eventuale adesione all’euro non sarebbe stata benefica.

E, ragazzi, è stata una buona decisione; nonostante siano stati fatti dei grandi sforzi da parte di Osborne & Co. per rovinare tutto, non c’è paragone tra i guai britannici e quelli delle nazioni europee che accolsero grandi flussi di capitale (vedi mio articolo precedente, ndr) e bolle immobiliari. In parte, ciò è stato spiegato da De Grauwe, argomento che non fu capito nel 2003 – e cioè la cruciale importanza di avere la propria banca centrale come prestatore di ultima istanza per garantire il debito sovrano. Inoltre, l’esperienza conferma che la “svalutazione interna”, e cioè ridurre i prezzi relativi in regime di cambio fisso, è molto difficile da ottenere in confronto a una semplice svalutazione del cambio – cosa che era nota e compresa già nel 2003. Qui sono rappresentate le stime della Bank for International Settlement che mostrano il tasso di cambio reale di Spagna e Regno Unito, 1999-01 = 100:

Da notare come la Gran Bretagna abbia ottenuto un deprezzamento reale del cambio senza alcuno sforzo, cosa che la Spagna potrà ottenere solo dopo anni e anni di disoccupazione di massa, sempre che sia del tutto possibile farlo.

Sfortunatamente, la descrizione di Wren-Lewis, che parla di una decisione presa attraverso un processo veramente razionale, è una cosa rarissima da vedere – specialmente quando si parla di euro. Parlando con i difensori dell’euro, si nota come essi non possano ammettere, nemmeno ipoteticamente, che la nozione della moneta unica sia stata una cattiva idea; ho preso parte a una discussione di questo tipo, che si è conclusa con il chiaro messaggio che l’euro non può fallire, ma può solo essere fatto fallire, e che qualsiasi tipo di problema mostra semplicemente che le nazioni e i loro leader non sono mossi da sufficiente nobiltà d’intenti.

E, sebbene ci sia una sovrastante evidenza che quella dell’euro sia stata un’idea persino peggiore di quanto non apparisse 10 anni fa, alcuni stati – notoriamente la Polonia – stanno tuttora pensando di entrare nell’unione monetaria. Capisco che uscire dall’euro sia una cosa molto difficile da immaginare; ma entrare adesso, quando si ha la fortuna di evitare di prender parte a questo grande casino, è semplicemente fantastico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...