Post I

Ma sì, iniziamo questo progetto con una bella frase tratta dal sito della Commissione Europea:

Un’ultima considerazione, ma non certo la meno importante: l’euro è, per i cittadini dell’UE, un simbolo tangibile della loro identità europea, di cui non possono che essere sempre più orgogliosi, man mano che l’area dell’euro si amplia moltiplicando i suoi benefici effetti per i membri attuali e futuri.                                                             

Ebbene, di orgoglio tra gli europei sicuramente non ce n’è, se non in qualche burocrate che dalla costruzione del baraccone euro ne trae lo stipendio. Figuriamoci, poi, se a qualche italiano, greco o portoghese, verrebbe mai in mente di esaltare i benefici della Moneta Unica. Lo potrebbe fare un tedesco, forse; ma anche no.

In questa follia generale, dove al fuoco della crisi si butta la benzina dell’austerità, e dove, nonostante tutto, i popoli europei si trova ancorano favorevoli al mantenimento dell’Euro (senza poi saperti spiegare il perché – vedi alla voce “terrorismo psicologico”), ritengo necessaria un’opera di aggregazione e distribuzione di interessanti punti di vista espressi da persone che di economia ne sanno qualcosa – oddio, saperne di economia non vuol dire automaticamente dire cose giuste. C’è chi è in malafede e butta nel cestino persino il tomo di Economia 101, e chi (R&R?) addirittura inserisce i dati sbagliati nel foglio di Excel, just sayin’.

L’opera di aggregazione e diffusione avverrà principalmente sul giornale online €UROCRAZYA, ove compariranno articoli o post che verranno proposti perché vanno nella direzione giusta – nel modesto giudizio del direttò du ggiornale – o anche perché vanno in quella sbagliata, ed è quindi giusto riderci sopra.

Un’ultima cosa: conoscere l’inglese è necessario. Non conoscerlo significa essere schiavi (1) degli economisti de noiatri e (2) dei giornalisti de noiatri. Le due categorie sopracitate vanno per larga parte ignorate, se si vuole abbandonare l’irrazionale stato di terrore e abbracciare una consapevolezza più o meno nitida sullo stato delle cose. English makes you free.

Buon divertimento!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...